Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitare

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitare

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitare. L’ipotiroidismo, come molte altre malattie, implica la necessità di seguire una dieta speciale dalla quale devono essere esclusi alcuni alimenti che risultano dannosi. Ecco alcuni alimenti da evitare in caso di ipotiroidismo.

Leggete anche:    Tiroide cibi che risvegliano il Metabolismo

Broccoli

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitareI broccoli e altre varietà di crucifere, incluso il cavolo, contengono delle sostanze conosciute come goitrogeni che, una volta assimilate, rendono difficile l’assorbimento dello iodio. Per questo e vietato mangiarli.

Soia

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitarela soia e tutti i suoi derivati, poiché contengono isoflavoni, fitoestrogeni che alterano la funzione della ghiandola troidea, soprattutto nei pazienti affetti da deficit di iodio.

Insaccati

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitareRicchi di sostanze chimiche aggiunte, gli insaccati sono i nemici numero uno della salute della tiroide. E possono causare ipotiroidismo e, di fronte alla presenza di tale disturbo, generano complicazioni metaboliche e per la salute cardiovascolare.

 

Leggete anche:  Come dimagrire e stare in salute mangiando sano

Zucchero

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitarelo zucchero, e ovviamente tutti i prodotti che lo contengono, altera gravemente l’equilibrio ormonale necessario per un buon funzionamento della tiroide.

 Caffè

Tiroide ipotiroidismo Hashimoto cibi da evitareil caffè è una bevanda nervina che ha un effetto iperstimolante sul sistema nervoso e che interferisce con l’assorbimento da parte dell’organismo di nutrienti necessari anche per il buon funzionamento della tiroide.

 

Leggete anche:   Impotenza cibi che ci aiutano a risvegliare la libido

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismo

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismo

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismo. Ipotiroidismo e ipertiroidismo e possono manifestarsi con diversi sintomi. I pazienti soffrono di alterazione del peso, stanchezza e debolezza, scarsa concentrazione, sonnolenza o insonnia, nervosismo, sensibilità al caldo e al freddo, disturbi intestinali e possono avere problemi anche a cuore, fegato e reniL’alimentazione gioca un ruolo molto importante nel funzionamento della tiroide. In particolare, è stato studiato che la carenza di zinco e selenio può portare ad una ghiandola tiroidea pigra. L’ideale sarebbe mangiare cibi ricchi di zinco e selenio, come ad esempio verdure e pesce. Ecco alcuni cibi che aiutano la tiroide a lavorare meglio.

Pesce

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismoIl pesce come il salmone, la trota, il tonno e le sardine, che contengono selenio, nutriente utile per il buon funzionamento della tiroide.

Ostriche

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismoLe ostriche sono una delle migliori fonti di zinco, essenziale per la corretta funzione della tiroide.

Patate

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismoLe patate sono Ricche di selenio, che contribuiscono al buon funzionamento della tiroide.

Iodio

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismoLo Iodio. È l’elemento più importante nel funzionamento della tiroide, Senza iodio la nostra tiroide non riesce ad aiutare gli ormoni necessari a supportare tutti i tessuti del corpo. Uno dei modi più semplici per avere iodio nella dieta di tutti i giorni è attraverso il sale iodato, ma attenzione a non esagerare con l’uso.

Latte di mandorla o latte di cocco

Tiroide cibi che risvegliano il metabolismoIl Latte ricco di vitamina D, ed una alta quantità di calcio, proteine e iodio, contribuisce al buon funzionamento della tiroide.

Impotenza cibi che ci aiutano a risvegliare la libido

Impotenza cibi che ci aiutano a risvegliare la libido

Impotenza cibi che ci aiutano a risvegliare la libido. Secondo uno studio canadese di qualche anno fa aveva confermato le proprietà afrodisiache di alcuni alimenti in particolare di zafferano e ginseng. I cibi afrodisiaci sono utilizzati fin dal’antichità per la loro capacità di innescare il circuito del piacere nel corpo. Essi infatti stimolano aree del cervello ed ormoni che risvegliano la passione e il desiderio, ovvero l’energia sessuale.

Zenzero

Impotenza cibi che ci aiutanoHa proprietà stimolanti la digestione (stomachico), stimolanti la circolazione periferica. Antinfiammatorie e antiossidanti, e si ritiene tradizionalmente contribuisca alla conservazione e all’esaltazione dei sapori delle pietanze cui è solitamente associato. 

Peperoncino

Impotenza cibi che ci aiutanoI benefici dei peperoncini sono numerosi, anche se non tutti confermati. E questi frutti delle piante di Capsicum  sono sempre al centro di numerosi studi in atto per certificarne le effettive proprietà benefiche. E Non esiste alcuno studio o prova sperimentale che dimostri le sue presunte proprietà afrodisiache.

Ginseng

Impotenza cibi che ci aiutanoUno studio del 2002 ha scoperto che negli animali da laboratorio, entrambe le forme asiatica e americana del ginseng migliorano la libido e le prestazioni sessuali. Questi effetti possono non essere dovuti a cambiamenti nella secrezione ormonale. Ma ad una azione diretta da parte dei componenti del ginseng sul sistema nervoso centrale e sui tessuti gonadici. Negli uomini, il ginseng può facilitare l’erezione del pene.

Zafferano

Impotenza cibi che ci aiutanoLo zafferano, annoverato tra le spezie più costose del mondo, è originario della Grecia o dell’Asia Minore e fu coltivato per la prima volta in Grecia. stimola la circolazione e risveglia i sensi.

Tartufo

Impotenza cibi che ci aiutanoIl tartufo si deve ad un fulmine scagliato da Giove in prossimità di una quercia (albero ritenuto sacro al padre degli dei). Poiché Giove era anche famoso per la sua prodigiosa attività sessuale, al tartufo da sempre si sono attribuite qualità afrodisiache.

Come dimagrire mangiando pesce magro

Come dimagrire mangiando pesce magro

Come dimagrire mangiando pesce magro. La maggior parte dei pesci sono ottimi da mangiare quando si segue una dieta, perché hanno un basso apporto calorico. Le uniche eccezioni sono i pesci marini con un alto contenuto di grasso, come l’anguilla, le aringhe o le sarde, il salmone, il tonno e gli sgombri. Ecco un elenco dei pesci con un basso tasso di lipidi.

Merluzzo

Come dimagrire mangiando pesceIl merluzzo chiamato anche  Gadus morhua, presente nell’oceano Atlantico settentrionale. Le proprietà del merluzzo su 100 grammi sono 17 grammi di proteine, 0.3 grammi di grasso e 50 milligrammi di colesterolo.

Scorfano

Come dimagrire mangiando pesceÈ diffuso nell’Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche, al Marocco, nelle Canarie, nelle Azzorre e nel Mar Mediterraneo.Le carni sono molto apprezzate e utilizzate soprattutto in vari brodi e zuppe di pesce. È, ad esempio, ingrediente obbligatorio per preparare alcuni piatti come il cacciucco alla livornese o la bouillabaisse di Marsiglia. Le proprietà ogni 100 grammi sono 19 di proteine, 0.4 di grassi e 67 milligrammi di colesterolo.

 Luccio

Come dimagrire mangiando pesce

Questo pesce è diffuso nel continente nordamericano, pressoché in tutti i bacini fluviali atlantici e del Pacifico. In Eurasia è presente dalla Francia alla Siberia, compresa l’Italia. In Irlanda e Inghilterra è presente in gran numero. È anche un piatto tradizionale della cucina milanese, e Mantova. Le sue proprietà su 100 grammi sono 18,7 di proteine e 0.6 di grassi.

Cernia

Come dimagrire mangiando pesceMolte cernie sono importanti sotto il profilo gastronomico, e alcune sono diventate pesci d’allevamento. E sono molto apprezzate per la qualità delle loro carni, unitamente alla scarsa presenza di lische, possono essere cucinate con cottura al forno o alla griglia. Sono particolarmente considerate da questo punto di vista le specie cernia bianca e cernia nera.

 Corvina

Come dimagrire mangiando pesceSciaena umbra, comunemente conosciuta come corvina, è un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia Sciaenidae. Possiede delle carni molto saporite, e per questo è pescata in tutto il Mediterraneo e nell’Atlantico orientale, anche se non è molto conosciuta. In Turchia gli otoliti sono usati come rimedio per le infezioni del tratto urinario. Le proprietà su 100 grammi sono 20 grammi di proteine , 0.8  grammi di grassi e 75 milligrammi di colesterolo.

Come dimagrire e stare in salute mangiando sano

Come dimagrire e stare in salute mangiando sano

Come dimagrire e stare in salute mangiando sano. Con una dieta alimentare, scegliendo dei cibi sani e abbasso contenuto calorico. Che ci aiutano ad aumentare il metabolismo, e bruciare i grassi. Abbinato ad un buon esercizio fisico, come una camminata di 30 minuti al giorno con una buona costanza, vedrete dei risultati in breve tempo. Ecco alcuni cibi che vi aiuteranno  ad accelerare il  vostro metabolismo.

Pesce magro

Come dimagrireIl pesce magro, e una tipologia di pesce, con un basso contenuto di Lipidi, e un alto tasso proteico.

 Carne bianca

Come dimagrirePollo e tacchino, sono la migliore scelta fra le carni , toglietegli  la  pelle e cuoceteli ai ferri, o al vapore, E un piatto magro e con un alto tasso proteico.

 Patate

Come dimagrireLe patate anno una pessima reputazione credono che come la pasta faccia ingrassare, ma 100 grammi di patate anno soli 70 calorie. E sono molto nutrienti e saziano facilmente.

 Verdura

Come dimagrireLa verdura e un alimentare che si può mangiare senza esitazione durante una dieta, perché hanno pochissime calorie e sono pieni di vitamine, minerali e fibre.

Riso

Come dimagrire Il riso infatti è protagonista di una dieta molto efficace e veloce, ma anche senza farla, consumarlo ti aiuterà a perdere peso. Il riso integrale soprattutto, oltre che disinfettante, è molto digestivo.

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato

Il fegato  è una ghiandola extramurale anficrina posizionata al di sotto del diaframma. E gioca un ruolo fondamentale nel metabolismo. Dove svolge una serie di processi, tra cui l’immagazzinamento del glicogeno, e la rimozione delle sostanze tossiche dal sangue, E con un’alimentazione ricca di frutta e verdura può contribuire ad alleggerire il lavoro del fegato, In quanto alcuni frutti e ortaggi contengono sostanze in grado di favorire l’attività del fegato e di migliorare i processi di eliminazione delle tossine. Ecco alcuni Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato.

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato: Pompelmo

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegatoLa bergamottina contenuta nel pompelmo, è un potente competitore e inibitore metabolico del sistema epatico. Questo citocromo è in breve, un complesso di enzimi del fegato che sovrintende al metabolismo, e della stragrande maggioranza delle sostanze introdotte nell’organismo.

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato: Barbabietole 

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegatoLa Barbabietole Oltre ad essere ricca di zuccherisali minerali , gli si attribuiscono proprietà dietetiche e salutari. E Assorbe le tossine dalle cellule. È inoltre ne favorisce la digestione, stimolando il sistema linfatico.

 

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato: Aglio

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegatoAglio a proprietà antibiotiche, e svolge un attività antisettica e balsamica. Uno studio condotto dall’Università di Liverpool ha rivelato che un supplemento quotidiano di estratto d’aglio può ridurre il rischio di attacchi cardiaci.

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato: Asparagi

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegatoLe proprietà benefiche ai reni dell’asparago sono note fin dall’antichità, E Il decotto delle radici una volta bevuta, giova all’orina ritenuta, e alle malattie dei reni, e alle sciatiche, Le cime peste e bevute con vino bianco levano il dolore ai reni.

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegato: Limoni

Cibi che ci aiutano a depurare il nostro fegatoIl limone è il frutto che vanta il più vasto impiego nel campo terapeutico, E il rapporto fra limone e salute vanta una storia millenaria, con un lungo elenco, fatto anche di alcune pagine importantissime della storia della medicina, tra cui il sistema linfatico.

Accelerare il metabolismo: Cosa mangiare

Accelerare il metabolismo:Cibi che accelerano il metabolismo

Il metabolismo è un processo biochimico, che si svolgono all’interno del nostro organismo. Tale reazione hanno lo scopo di estrarre ed elaborare l’energia racchiusa negli alimenti. Per poi destinarla al soddisfacimento delle richieste energetiche e strutturali delle cellule. Ci sono però alcuni alimenti che si rivelano particolarmente utili per accelerare il metabolismo.

Accelerare il metabolismo: Peperoncino

Accelerare il metabolismoIl peperoncino piccante a un effetto positivo sul nostro metabolismo, e sulla circolazione del sangue.  Mangiare peperoncini piccanti aumenterebbe la nostra spinta metabolica del 25%, per un periodo che può prolungarsi fino a tre ore.

Accelerare il metabolismo: Tè verde

Accelerare il metabolismoIl tè verde è una bevanda che a proprietà benefiche sul nostro metabolismo. Essendo un potente antiossidante, che a un azione anti-invecchiamento sui tessuti e sugli organi del nostro corpo.

Accelerare il metabolismo: Spezie

Accelerare il metabolismoIl pepe di Cayenna, il pepe nero, la cipolla, lo zenzero, la curcuma e la cannella, sono tra le spezie più stimolanti per il nostro metabolismo. Da uno studio canadese risulta che chi consuma abitualmente spezie, brucia fino a 1000 calorie giornaliere.

Accelerare il metabolismo: Cibi ricchi di calcio

Accelerare il metabolismoI semi di sesamo. le verdure a foglia verdei semi di lino, le mandorle e la quinoa. Che anno un alta quantità di calcio, fanno perdere il doppio del peso rispetto a coloro che ne assumono una quantità insufficiente. Secondo uno studio condotto dal’Università del Tennessee ha dimostrato che la dose consigliata di calcio e compresa tra i 1200 e i 1300 milligrammi giornalieri.

Accelerare il metabolismo: Cereali integrali

Accelerare il metabolismoI Cereali integrali come il riso o l’avena. Il riso integrale e ricco di fibre, che aiutano a mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale, il riso integrale contiene anche preziosi sali minerali come il fosforo, il magnesio, il potassio e silicio e alcune vitamine del gruppo B, indispensabili per il metabolismo cellulare.

Abbassare la pressione alta: Cibi da evitare

Abbassare la pressione alta: Soffrite di pressione alta

Abbassare la pressione alta:  Sono diversi i cibi nemici dell’ipertensione e per questo motivo,  che l’American Heart Association ha deciso di stilare una vera e propria classifica che riguarda il rapporto fra pressione alta e dieta. Indicando nello specifico i  cibi da evitare in caso di pressione alta. Ecco a quali cibi secondo gli esperti dovremmo fare più attenzione.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: Pizza

Abbassare la pressione altaL’amata pizza, un degli alimenti più consumati, ma anche uno dei più insidiosi, e non solo per il condimento. Ma anche per la  pasta, che potrebbe avere per soli due tranci, una quantità di più di 700 milligrammi di sodio.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: Pane e prodotti da forno

Abbassare la pressione altaIl pane non casareccio, che può contenere in una sola fetta ben 230 milligrammi di sodio. Una quantità che rappresenta il 15% del totale da assumere durante la giornata. E consigliato consumare pane senza sale o pane integrale.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: Carne lavorata

Abbassare la pressione altaLa carne lavorata. Si tratta principalmente dei salumi, che, come è noto, contengono sodio. I salumi infatti, sia cotti che crudi, non possono fare a meno del sale, che viene utilizzato per garantire la conserva del prodotto.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: Zuppe e minestroni pronti

Abbassare la pressione altaLe Zuppe pronte in scatola: si tratterebbe di alimenti salutari solamente in apparenza, in quanto il loro contenuto di sale è troppo elevato. Meglio sostituirle con zuppe di verdura fresche da preparare in casa.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: cibi da fast food

Abbassare la pressione altaCibi dal fast food, come le patatine o la pizza, cibi piuttosto salati. Sotto accusa sono soprattutto i condimenti eccessivi e l’aggiunta di salse confezionate ad alto contenuto di sale come ketchup e maionese.

Abbassare la pressione alta, Cibi da evitare: Affettati e carne di tacchino

Abbassare la pressione altaAffettati e carne di tacchino o venduta a fette e pronta al consumo rappresentano il secondo gruppo di alimenti a maggior rischio per l’eccessivo contenuto di sale, che viene utilizzato per esaltare il sapore e per migliorare la conservazione delle carni.

Abbassare il colesterolo: Quali cibi mangiare

Abbassare il colesterolo: Regole per abbassare il grasso nel sangue

Abbassare il colesterolo: Il colesterolo è un grasso presente nel sangue, dove svolge un importanti funzioni per il nostro organismo, ma in dosi eccessive può invece rappresentare una grave minaccia per la salute. Una eccessiva quantità di grasso nel sangue può causare un infarto o un ictus. Ma un alimentazione corretta può ridurre il rischio. Qui sotto vi elenco alcuni cibi capaci di abbassare il vostro colesterolo.

 Abbassare il colesterolo: Avena

Abbassare il colesterolobastare due porzioni di avena per abbassare il colesterolo LDL del 5,63% in sei settimane. La chiave è il beta-glucano, capace di assorbire il colesterolo LDL, e di permettere al corpo di espellerlo.

 Abbassare il colesterolo: Salmone fresco

Abbassare il colesteroloUna ricerca condotta dalla Loma Linda University ha evidenziato che l’Omega3, non solo è capace di prevenire malattie cardiache e demenza senile ma aiuta ad implementare il colesterolo “buono” sino al 4%.

 Abbassare il colesterolo: Fagioli

Abbassare il colesteroloMezza tazza di fagioli nella vostra zuppa  vi farà diminuire il colesterolo LDL dell’8%. Secondo i ricercatori della Arizona State University Polytechnic che hanno ribadito la ricchezza di fibre di questo legume povero, capace di rallentare la velocità di assorbimento del colesterolo nel nostro organismo.

 Abbassare il colesterolo: 

Abbassare il colesteroloIl tè nero è capace di ridurre i lipidi nel sangue sino al 10% in sole tre settimane. È  stato dimostrato del’ importante di questa bevanda contro le malattie coronariche e ovviamente per la lotta contro gli antiossidanti.

Abbassare il colesterolo: Aglio

Abbassare il colesteroloAglio: non solo regola la pressione, previene i coaguli del sangue, protegge contro le infezioni e abbassa il colesterolo. Infatti, sembra che l’aglio riesca a rendere le arterie più elastiche e dunque più resistenti alle placche di colesterolo.

 Abbassare il colesterolo: Olio d’oliva

Abbassare il colesteroloÈ stato dimostrato che è capace di abbassare il livello di colesterolo-LDL e ridurre in genere i grassi corporei, grazie agli acidi grassi mono-insaturi in esso contenuti.